giovedì 26 maggio 2011

• Primer e Base Trucco: per un trucco perfetto. Cosa sono? A cosa servono? Sono due cose diverse? Come si usano?•



Voglio iniziare rispondendo alle domande poste nel titolo, così da dare in linea generale nozioni chiare e concise di primer e base trucco; tutto ciò che si dovrebbe sapere. 

Primer: di cosa si tratta? 
Probabilmente qualcuna di voi non ne ha mai sentito parlare. Ma di certo più di qualcuna ha visto più di una volta il suo ombretto perfettamente sfumato ammucchiarsi tristemente nelle pieghe delle palpebre o creare l'odioso effetto panda. Il primer serve a risolvere tutte queste disgrazie!
Si tratta di un prodotto importantissimo per un make up perfetto, specie degli occhi, ma, purtroppo, ancora non facile da trovare, anche se sempre più diffuso. Quante volte vi è capitato di realizzare sui vostri occhi un make-up da urlo per un'occasione importante, per poi ritrovarvi a metà serata con la vostra piccola opera d'arte semi-distrutta?  Tutto ciò è inevitabile per via della consistenza degli ombretti che non sono lacche indelebili, ma semplici pigmenti che, mischiandosi col sebo prodotto dalla pelle tendono ad essere poco stabili e ad alterarsi, facendo così "crollare" il nostro paziente lavoro di stesura, sfumatura, etc.
 Sebbene qualche fortunata sia stata dotata da madre natura di un tipo di pelle che non crea questi problemi, al contrario, la situazione è piuttosto drammatica per chi ha una pelle particolarmente grassa e ricca di sebo o anche semplicemente mista.

Cos'è e come si usa
Il primer è concretamente una base da stendere prima del trucco che serve a fissare e a stabilizzare il nostro make up. E' possibile trovare quello apposito per gli occhi, per il viso (che è diverso dal fondotinta) e per le labbra. Il più indispensabile è senz'altro quello per gli occhi. Si tratta di un prodotto in crema che va steso in piccole quantità sulla palpebra mobile e spalmato fin sotto l'arcata sopraccigliare. In pratica il primer va a creare una specie di barriera tra la pelle e l'ombretto. Una barriera che non può essere oltrepassata dal sebo, che rimane sotto il primer e non va a intaccare la stesura dell'ombretto. Per questo il trucco non va via, e si ottiene un perfetto effetto fissante. Inoltre, il primer valorizza anche il colore dell'ombretto, rendendolo più uniforme, deciso e luminoso. E' ottimo per gli ombretti molto chiari o che durano poco, e addirittura rivoluzionario per l'uso degli ombretti in crema, noti per l'effetto "ammucchiamento" nelle pieghe delle palpebre.



La differenza tra primer e base


E' importante non confondere il primer con la base trucco, anche se sono usati per uno scopo molto simile. Anche la base serve a fissare il trucco sugli occhi, ma a differenza del primer non è di colore neutro. Si tratta in genere di un matitone morbido o di un ombretto in crema dalle tonalità neutre (tipo fondotinta per capirci). La base, a differenza del primer, è appiccicosa e funziona con un differente meccanismo: essendo appicicosa infatti, fa aderire il trucco alla superificie in maniera abbastanza stabile. Non opera quindi alcun effetto barriera tra trucco e sebo, e quindi se non la si utilizza in maniera corretta (cioè se se ne stende troppa, o se il prodotto non è di buona qualità) si rischia di ottenere ugualmente il temuto effetto "ammucchiamento" nelle pieghe delle palpebre. Personalmente, sto usando la " Base trucco levigante- filler" di Collistar, che recensirò appena avrò testato abbastanza a lungo il prodotto.


Ricette alternative fai-da-te
 Il primer vero e proprio si rende davvero necessario solo se abbiamo un tipo di pelle particolarmente grassa e ricca di sebo o mista, che mette a dura prova la tenuta del make up. Insomma, se non siamo in condizioni di estremo bisogno di un primer tecnologico e infallibile, possiamo sfruttare anche qualche trucchetto e qualche ricetta casalinga.
Ad esempio, per fare una buona base per l'ombretto che valorizzi i colori e garantisca la tenuta, basta stendere sulla palpebra e sfumare fin sotto il sopracciglio una piccola quantità di cipria mat, o di fondotinta. Ovviamente l'effetto deve essere omogeneo. Il risultato finale non è paragonabile a quello del vero primer, ma si difende bene. E' di gran lunga sufficiente se non avete una pelle particolarmente grassa.
Se volete un metodo ancora più efficace, ecco la geniale ricetta del primer fatto in casa . Si prende una parte di glicerina e tre parti di acqua distillata e si mescola tutto, vi si intinge il pennello e si spalma il composto sulla palpebra come se fosse un vero primer. L'ombretto può essere subito applicato e il risultato è paragonabile a quello dei primer in commercio. Con una lieve variante si può anche realizzare un fissante per il trucco: si mescolano una parte di glicerina e nove parti di acqua, si mette tutto in un flacone spray e si spruzza sul trucco del viso appena steso. In alternativa la soluzione può essere spruzzata sul pennello che si usa per il fondotinta. L'unica controindicazione di queste ricette casalinghe è che non si conservano nel tempo, durano tra le due e le tre settimane. Per questo è più conveniente realizzarne di volta in volta solo piccole quantità. Il costo economico è comunque irrisorio.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commentino! :)
Baci Baci ♥

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...