venerdì 1 aprile 2011

Come scegliere un fondotinta




Un professionista del make-up sa e deve usare sempre la regola della ruota dei colori per individuare il giusto colore di pelle di una persona e sapere di conseguenza scegliere il colore adeguato del fondotinta.
Naturalmente il tutto può sembrare difficile o impraticabile. Ma non è così. La pelle presenta una colorazione che tende sempre o al giallo o al rosa. Ecco allora che la scelta del proprio colore diventa facile se solo ci soffermiamo di più e guardiamo attentamente la pigmentazione che ci è più vicina.
La prova si può effettuare facilmente sulla mascella nella parte più vicina al collo. Si prenderà una spugnetta e un campione di prodotto da poter stendere nella zona di cui parlavamo. Se il colore combacerà con il colore della nostra pelle il risultato sarà che non si vedranno differenze tra il colore del fondotinta e il colore della nostra pelle. A questo punto vorrà dire che la scelta effettuata è la scelta giusta. Se invece si noterà una differenza vorrà dire che il colore scelto non è adatto a noi.
Ciò potrà accadere o perché si è sbagliata la scelta della pigmentazione del fondotinta (esempio: pelle più gialla e fondotinta rosato) oppure perché si è scelto un fondotinta o troppo chiaro o troppo scuro (esempio: si è scelto un fondotinta giusto nella pigmentazione ma troppo scuro rispetto alla tonalità della nostra pelle)
Il consiglio che mi sento di dare è di scegliere un fondotinta uguale e identico alla colorazione della nostra pelle perché è antiestetico molte volte vedere persone che indossano fondi più scuri della pelle credendo di avere un colorito più sano ma apparendo invece come se indossassero una maschera.
Quale tipo di fondotinta scegliere: per la pelle grassa, per la pelle secca, per la pelle acneica? Anche il tipo di fondotinta che si sceglie è molto importante. La nostra pelle rappresenta ciò che siamo anche dentro. Consiglio una sana alimentazione che aiuta ad equilibrare il derma e una corretta e profonda pulizia da effettuare ogni giorno prima e dopo l'applicazione del trucco.
Consiglio poi di osservare la nostra pelle al mattino appena svegli: si scopriranno delle cose indicative del suo stato e si imparerà di conseguenza a scegliere i prodotti più adatti.
In linea generale una pelle normale potrà indossare qualsiasi tipo di fondotinta inteso come texture diversa. Una pelle normale appare compatta, colorata ma non troppo e mai oleosa.
Se notiamo di avere invece zone oleose di solito presenti su fronte, naso e mento allora la scelta deve essere un po' più complessa. Si dovranno combinare due tipi diversi di fondotinta: uno matte nelle zone che presentano oleosità e uno cremoso nelle zone non oleose. La combinazione rende il risultato migliore e più resistente nel tempo ma ove ciò non fosse possibile consiglio allora di "difendersi" con una ottima crema idratante che rilascia idratazione nel tempo senza rendere la pelle oleosa. Si potrà così utilizzare un fondotinta cremoso sicuri che il risultato sia perfetto almeno per un tempo adeguato (che varierà molto a seconda degli individui).
Per le pelli secche il consiglio è naturalmente di idratare il più possibile e di scegliere fondotinta a base d'acqua che aiutano meglio la pelle a rimanere ben protetta e la dissetano.
Non va dimenticato che la tecnologia adoperata nel "costruire" i prodotti di bellezza moderni è veramente all'avanguardia in termini di ingredienti utilizzati, di texture offerte e di risultato ottenuto.
Per le pelli acneiche il discorso cambia un po'. In ogni caso bisogna utilizzare soltanto prodotti non-comedogenici, cioè prodotti che non disturbano la pelle e la lasciano nello stato in cui la trovano, senza danneggiarla. Sono prodotti concepiti per non ostruire i pori e per non creare punti neri o cose simili. Fatta questa premessa la scelta del fondotinta adatto per le pelli acneiche è un po' delicata.una pelle acneica può essere oleosa o secca. A questo punto valgono le cose dette sopra ma con alcune modifiche per rendere l'aspetto della pelle naturale e ben coperta.
Consiglio sempre l'uso di un correttore, più intenso nella copertura, per coprire eventuali brufoli o macchie della pelle e l'applicazione del fondotinta su tutto il viso o nelle zone che ne necessitano senza mai abbondare, poiché il coprire troppo con i prodotti rende la pelle troppo spessa e anziché nascondere si mette tutto in evidenza. Usate il fondotinta con "rispetto" e con le dovute maniere senza eccedere.

Il fondotinta è un'emulsione in cui sono dispersi pigmenti colorati, e la sua consistenza è 
variabile: lo troviamo infatti in forma cremosa, fluida e compatta.

Per prima cosa è importante scegliere il fondotinta più adatto al proprio tipo di pelle; in generale, i fondotinta fluidi sono indicati per pelli normali/miste o grasse, quelli in crema risultano più idonei per pelli secche e molto secche e sono spesso arricchiti da principi attivi idratanti e leviganti, mentre quelli compatti vanno bene per tutti i tipi di pelle.
Ricorda che più il fondotinta è denso, maggiore è il suo effetto coprente. Quindi, se vuoi ottenere un trucco molto naturale, meglio la formulazione fluida, mentre se vuoi mascherare imperfezioni, l’ideale è un fondotinta compatto o in crema.

Per quanto riguarda i colori del fondotinta non è solo questione di intensità, ovvero di colore più o meno scuro, ma soprattutto di sottotono, del tono che vi appartiene. L’epidermide, infatti, tende ad assumere una sfumatura giallina, rosata o neutra, a seconda della quantità di melanina e carotene naturalmente presenti nella pelle e della loro combinazione.



Fase 1:
SCEGLIERE L' INTENSITA'

Esistono diversi colori di carnagione, dalle pelli più chiare a quelle più scure. Nel maquillage, è

questo che determina l' intensità del fondotinta che dovete scegliere. Se esitate tra due 

intensità, scegliete la più chiara, poichè un' intensità più scura del colore naturale della vostra

 carnagione marcherebbe in modo spiacevole ed eccessivo i vostri lineamenti.


Fase 2:
SCEGLIERE UNA TONALITA'

Per un fondotinta, un' intensità si associa sempre ad una tonalità.

Dovrete stabilire se il vostro colorito naturale va verso il beige, il giallo, il rosato o il color 

albicocca.



LA TONALITA' IDEALE

  • Evitate i colori più scuri della carnagione naturale, che accentuano la stanchezza, le rughe e le macchie…
  • Scegli un colore più vicino alla vostra carnagione naturale
  • Una tonalità rosata corregge i coloriti spenti, chiari o piuttosto chiari
  • Una tonalità color albicocca riscalda i coloriti medi o più scuri
  • Una tonalità più gialla, ravviva i coloriti spenti e attenua i rossori.



Fase 3:
LA VOSTRA TONALITA' IDEALE

Una volta che avrete stabilito la vostra intensità e la vostra tonalità, otterrete la tinta di fondotinta

 che più si adatta alla vostra carnagione.


Come applicarlo?

L'applicazione del fondotinta è semplice: prima di tutto, sul viso perfettamente pulito, applica la crema da giorno abituale. Se necessario tampona l’eccesso.

 Fondotinta fluido o in crema: versane in quantità ridotta sul dorso della mano per riscaldarlo. Con la spugnetta, oppure con un pennello specifico per l' applicazione di fondotinta, o solo con i polpastrelli stendi il prodotto sul viso con movimenti dal centro verso l’esterno, facendo attenzione ai punti dove tende ad accumularsi, come all’attaccatura dei capelli, sul collo, agli angoli degli occhi e sui lati di naso e labbra.
 Per facilitare la stesura e migliorare la tenuta del maquillage,il pennello o la spugnetta possono essere imbevuti leggermente con un po’ di tonico o, semplicemente, con acqua.

Per un trucco leggero invece, il consiglio è di mescolare il fondotinta con una goccia di fluido idratante e poi sfumarlo sul viso con la punta delle dita.

Fondotinta compatto: applicalo con una spugnetta asciutta se desideri un effetto trasparente, o inumidita per un effetto più coprente. La modalità di applicazione è la stessa che per il fondotinta fluido o in crema.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commentino! :)
Baci Baci ♥

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...